Magic Trackpad e nuovi iMac, Mac Pro e LED Cinema Display 27″

27/07/2010 15:00 CET

di Fabio M. Zambelli

00000a_fotonews001Potenziati gli iMac con processori Core i3, Core i5 e Core i7, nel Mac Pro il doppio chip Xeon a 6 nuclei e va in pensione il display da 30 pollici per uno da 27. Aumenti di prezzo ma anche di prestazioni. Debutta la trackpad. Aggiornato.
Massiccio aggiornamento dei prodotti Apple oggi pomeriggio.

30-09386b_magictrackpadSi va oltre le attese con un rinnovo generale di Mac Pro con Intel Xeon fino a 12 nuclei, iMac e nuova Magic Trackpad, debutta pure il 27″ LED Cinema Display.

La novità assoluta la vediamo accanto, è la trackpad opzionale funzionante con collegamento Bluetooth che ha ottenuto le certificazioni da pochissimi giorni. La tavoletta da 69 euro si abbina a qualunque Mac e misura poco più di un separato tastierino numerico, solo che sulla sua superficie si possono comandare le operazioni con il collaudato sistema a sfioramento del multi-touch. Per l’occasione Apple mette a disposizione un carica-batterie (con 6 standard AA di tipo NiMH date per durare 10 anni) da 29 euro. Magic Trackpad include comunque 2 batterie AA e richiede Mac OS X 10.6.4.

Apple rinnova l’iMac, che esternamento non ha nulla di diverso, ma un nuovo cuore. Sono stati archiviati i processore Intel Core 2 Duo per l’introduzione a basso livello dei Core i3, sempre con un clock @ 3,06 GHz ma 4 MB di memoria cache L3 al posto del 3 MB di memoria cache L2. Il modello da 21,5″ più economico passa da 1.102 a 1.199 euro (+97 euro) e sostituisce la GPU nVidia GeForce 9400M con una ATI Radeon HD 4670, sempre con 256 MB. La RAM utilizzata adesso è di tipo DDR3 @ 1.333 MHz invece di 1.066 MHz.

Sull’iMac da 21,5″ è disponibile anche il chip Core i3 @ 3,2 GHz (al posto dei 3,06 GHz), in questo caso la GPU non è più la ATI Radeon HD 4670 ma la ATI Radeon HD 5670 con memoria raddoppiata. Il prezzo in questo caso aumenta di 148 euro da 1.351 a 1.499 euro.

Passando al modello top degli iMac con schermo più grande da 27″, il prezzo aumenta di 197 euro (da 1.502 a 1.699 euro e da 1.802 a 1.999 euro). Il più potente usa un Core i5 quad core @ 2,8 GHz con 8 MB di cache L3 (al posto di 2,66 GHz) ed in opzione può installare il Core i7 @ 2,93 GHz. La nuova GPU è una ATI Radeon HD 5750 con 1 GB di memoria GDDR 5. Nel BTO c’è un SSD da 256 GB (da 215 MB al secondo) come unità primaria o secondaria accanto ad un hard disk. Come già successo nei rinnovati Mac mini, lo slot SD ora supporta fino allo standard SDXC (grazie a rossomela.it per la sottolineatura).

Mac Pro mantiene la sua forma classica ma diventa ancora più potente (fino al 50%). I processori sono sempre quelli di classe Xeon ma vengono aggiunti i “Westmere” da 4 e 6 nuclei, anche doppi. Le combinazioni sono praticamente infinite, ma si spazia dal modello con singolo processore quad-core da 2,8 GHz W3530 “Nehalem” (al posto del precedente 2,66GHz) con GPU ATI Radeon HD 5770 dotata di 1 GB (al posto della nVidia GeForce GT 120 con la metà della memoria) ed hard disk da 1 TB al posto di 640 GB da 2.399 euro aumentato di 97 euro, al modello con doppio processore da 4 nuclei da 2,4 GHz E5620 “Westmere” (al posto del precedente 2,26GHz) con GPU ATI Radeon HD 5770 dotata di 1 GB (al posto della nVidia GeForce GT 120 con la metà della memoria) ed hard disk da 1 TB al posto di 640 GB da 3.399 euro aumentato di 397 euro. Le vendite inizieranno in agosto. Con una coppia di Intel Xeon @ 2,93 GHz il Mac Pro guadagna 12 nuclei di calcolo, venduto esclusivamente online. Nel caso dell’impiego di 2 processori con 8 nuclei il totale viene scalato comunque a 12 nuclei.

Per la prima volta si possono ordinare fino a 4 SSD da 512 GB al posto dei tradizionali hard disk.

Infine arriverà in settembre un nuovo display LED Cinema Display, il modello da 27″ (999 dollari) forse soppianterà completamente quello da 24″ (849 euro), ma per ora è ancora in vendita. Anche il Cinema HD Display da 30″ è ancora disponibile (1.799 euro) ma è destinato all’oblio senza la porta Mini DisplayPort. Il nuovo modello panoramico 16:9 con schermo LED IPS da 2.560 x 1.440 pixel di risoluzione è del 60% più ampio del 24″. Il nuovo 27″ LED Cinema Display include ora un nuovo sensore della luce ambientale che regola automaticamente la luminosità dello schermo, usando soltanto la quantità di energia necessaria. Il prezzo per il nostro mercato non è stato ancora definito.

Aggiornamento del 27/07/2010: Apple ci ha confermato che i display da 24 e 30 pollici saranno venduti fino ad esaurimento scorte, poi resterà solo il 27″. Intanto su Apple Store USA è partito uno sconto di 100 dollari sul modello da 24″ (ora costa 799 dollari), mentre su Apple Store Italia continua a costare 849 euro.

30-09386c_ledcinemadisplay27



setteB.IT – la settimana digitale vista dall'utente mac